YouTube Red ufficializzato da Google: video offline e senza pubblicità

Da tempo si mormorava che Google avrebbe offerto un servizio a pagamento per YouTube. Ed è con l’arrivo di YouTube Red che Google annuncia ufficialmente che le voci erano veritiere ed ora il servizio è sottoscrivibile.

YouTube Red mette un freno alle pubblicità

La più importante delle caratteristiche di YouTube Red è appunto la pubblicità, elemento immancabile su YouTube ormai da molto tempo. Sottoscrivere il servizio a pagamento permetterà infatti di vedere tutti i video che vogliamo, da qualsiasi piattaforma, sia mobile che da PC, senza dover assistere ad alcun annuncio pubblicitario.

YouTube Red non si limita però alla sola rimozione delle pubblictà, sarà inoltre possibile scaricare video offline oppure sfruttare una delle abitudini più in voga su YouTube nell’ultimo periodo: ascoltare canzoni in background da smartphone e tablet. Funzione, quest’ultima, corredata anche da un’impostazione dedicata per poterne configurare il funzionamento.

Il tutto corredat anche da un’app, YouTube Music, dedicata alla gestione della musica e che verrà lanciata nei prossimi giorni.

Altra caratteritica annunciata per YouTube Red vede in futuro YouTube stessa produrrà inoltre i cosiddetti Originals, contenuti esclusivi disponibili solo a chi avrà un abbonamento. Da segnalare però che questi contenuti non saranno, almeno per ora, film o serie TV ma bensì  contenuti dedicati creati dai più famosi YouTuber come ad esempio PewDiePie.

YouTube Red contro i grandi?

La mossa di ufficializzare YouTube Red a ridosso dell’annuncio del’arrivo di Netflix anche in Italia sembra quasi una sfida: il prezzo a quanto pare sarà lo stesso, ma ciò che viene offerto da Google non ci sembra per ora all’altezza di quanto promette appunto Netflix.

YouTube Red sarà disponibile negli Stati Uniti dal 28 ottobre a 9,99$, e proprio come Netflix, offrirà il primo mese in omaggio.

Ulteriori informazioni potranno essere trovate sul sito ufficiale: Red per YouTube. Al momento però il servizio non risulta essere disponibile per l’Italia.

2016-11-16T08:26:56+00:00 ottobre 23rd, 2015|News|0 Commenti